Settimana scorsa siamo stati ad Amburgo, per seguire in diretta la grande mobilitazione internazionale BlockG20. Centinaia di migliaia di attivisti da tutta Europa si sono dati appuntamento per contestare il vertice dei capi di stato del G20: tre giorni di contestazioni iniziate giovedì 6 luglio e proseguite fino alla mattina di domenica 9 luglio, ininterrottamente.

L’obiettivo dei dimostranti era bloccare i lavori della conferenza, contestando le politiche in materia di diritti umani, migrazioni, lavoro e ambiente, adottate e promosse dai paesi membri.

I primi disordini sono iniziati nel pomeriggio di giovedì, al corteo del blocco nero Welcome To Hell, quando la polizia ha disperso i manifestanti senza apparenti motivazioni con cariche, spray urticanti e idranti. Da quel momento la città è stata completamente fuori controllo, gli scontri si sono perpetrati senza intervalli fino sabato mattina, per oltre 48 ore, sparsi capillarmente in tutta la città.

Abbiamo provato a raccontarvi quei giorni assurdi in diretta dalle strade di Amburgo, oggi vi proponiamo un ultimo contenuto, benché drammaticamente in ritardo: il nostro video-reportage, realizzato dai redattori e collaboratori de ilTurpiloquio in trasferta.

Lorenzo Baldino

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO